chirurgia maxillo facciale

 
 

Chirurgia ricostruttiva cranio-naso-maxillo-mandibolare

La chirurgia ricostruttiva del distretto cranio-naso-maxillo-mandibolare comprende il ripristino funzionale e morfologico delle strutture scheletriche e delle parti molli in una regione di estrema importanza e di forte impatto visivo. Le tecniche ricostruttive sono molto sofisticate e si avvalgono dell’impiego di tessuto osseo prelevato dal paziente stesso o di biomateriali. Le parti molli mancanti possono essere ripristinate con metodiche ricostruttive avanzate e possono essere integrate con l’utilizzo della lipostruttura, prelievo e trasferimento di tessuto adiposo adeguatamente trattato. In casi complessi, ci sono indicazioni ad interventi di microchirurgia ricostruttiva eseguiti in centri specializzati. Le deformità della regione del naso sono in genere di natura congenita o acquisita. L’obiettivo è sempre comunque quello di ripristinare la funzione e la morfologia compromesse in un’area di estrema complessità.

feedback